Quali sono i Palazzi Reali di Abomey?

I palazzi reali di Abomey sono un patrimonio mondiale dell'UNESCO nel paese del Benin. I palazzi reali di Abomey sono costituiti da una serie di diversi palazzi, costruita o meno nella stessa area dai re del Regno di Dahomey.

Nei primi anni del 17 ° secolo, il popolo Aja spostati dalla costa verso l'interno, nel corso del tempo soggiogare il Fon. Il loro leader, Wegbaja, stabilito un regno nella regione, chiamato il Regno di Dahomey. Il Regno del Dahomey era notoriamente sanguinosa, e impegnati in sacrifici umani su scala piuttosto massiccia. Migliaia di persone sarebbero sacrificati su determinati eventi, spesso per commemorare la conquista di un popolo o la vittoria in una battaglia decisiva.

Il Regno del Dahomey è cresciuta molto potente nella regione nel corso dei prossimi due secoli. La monarchia del Dahomey era assoluta, con i re possedere assolutamente tutto e ogni persona che è venuto sotto il loro dominio. Sono diventati molto ricchi vendendo popolo conquistato agli europei come schiavi, e hanno usato questa ricchezza per comprare armi occidentali e di ampliare ulteriormente il loro dominio territoriale.

Cominciando in circa 1625, i re di Dahomey cominciarono a costruire le loro dimore reali della regione che oggi è conosciuta come i Palazzi Reali di Abomey. Entro la fine del regno alla fine del 19 ° secolo, ci sono stati più di dodici palazzi reali di Abomey. Nel 1890, durante la seconda guerra franco-Dahomean, i francesi ha combattuto, e alla fine ha superato il Regno del Dahomey. Nelle varie battaglie, la maggior parte dei Palazzi Reali di Abomey sono stati distrutti.

Oggi, solo due dei Palazzi Reali di Abomey rimangono ancora. Entrambi sono del 19 ° secolo, e rappresentano le abitazioni dei nono e decimo re di Dahomey, re Ghezo e Re Glèlè. All'interno dei complessi dei Palazzi Reali di Abomey sono ciò che sono essenzialmente musei culturali, con un numero di manufatti storici dell'epoca del Regno di Dahomey.

Molte persone potrebbero essere sorpreso di vedere effettivamente i Palazzi Reali di Abomey, in quanto non si adattano maggior concezioni occidentali di quello palazzi assomigliano. I complessi sono fondamentalmente grandi cortili circondati da edifici abbastanza non descritto fatte di mattoni di fango. Gli edifici sono stati inizialmente di paglia, ma da allora sono stati coperti con tetti di lamiera per proteggerli meglio dagli elementi.

L'aspetto più impressionante dei Palazzi Reali di Abomey sono le mura che circondano il composto. Questi muri sono piuttosto elevati, e incredibilmente robusta fatta. Secondo la leggenda le pareti stesse sono stati realizzati con il sangue di coloro sacrificati agli antenati dei re. Le pareti contengono un numero di molto intricati bassorilievi, che sono considerati il ​​culmine della visita per la maggior parte dei turisti. Ci sono alcuni bassorilievi sulle pareti esterne, che sono disponibili a farsi fotografare, ma la maggior parte dei rilievi di altissima qualità sono sulle pareti interne, in cui la fotografia non è consentito.