Qual è la finestra di Johari?

La finestra di Johari è uno strumento utilizzato per aiutare le persone a capire discrepanze tra ciò che vedono se stessi e come gli altri li vedono. Può anche aiutare i soggetti esplorare le loro capacità di auto-espressione e di comunicazione. Organizzazioni di auto-aiuto possono facilitare esercizi con una finestra di Johari per i loro membri, ed è utilizzato anche in ambienti aziendali, nell'ambito di workshop per costruire capacità di comunicazione di gruppo e le connessioni tra membri dello staff. L'idea originale è stato sviluppato nel 1950, sulla base del tipo di Myers-Briggs Indicator® e il lavoro del noto psicologo Carl Jung.

Ci sono diversi modi per impostare una finestra di Johari. Una possibilità è quella di avere un partecipante scegliere un certo numero di termini da un elenco di aggettivi che le sente persona sono auto-descrittivi. Altri partecipanti sono invitati a prendere lo stesso numero di aggettivi, alla ricerca di condizioni che pensano descrivere la persona in fase di valutazione. Questi sono combinati per fornire un'idea di come le persone si vedono e come sono percepiti dagli altri.

Essi possono essere tracciati su una griglia che sembra una finestra di quattro vetri. Un riquadro rappresenta aggettivi scelti dal partecipante e altri, mentre un altro mette in evidenza aggettivi persone associano con se stessi, ma gli altri non lo fanno. Ad esempio, qualcuno potrebbe sentirsi nervoso, ma altri potrebbero non identificare questa caratteristica. Un altro elenca aggettivi scelti da altri che un partecipante non vede. Il quarto riquadro rappresenta tratti invisibili che non sono visibili al partecipante o altri.

Oltre a utilizzare un elenco predefinito, le persone possono anche essere chiesto per generare aggettivi e descrittori per conto proprio, come parte di un esercizio. Questo tipo di finestra di Johari può permettere alle persone di creare un elenco più ampio di opzioni che possono descrivere in modo più accurato stessi e gli altri. Nel corso dell'esercizio, la gente sollecitare il feedback chiedendo alle persone di descrivere onestamente, e dare con le proprie valutazioni di altri partecipanti.

Come un esercizio di apprendimento, la finestra di Johari può aiutare le persone a identificare le aree in cui possono avere bisogno per migliorare. Un boss, per esempio, potrebbe notare che molti partecipanti usano aggettivi come "abrasive" o "freddo", il che indica che alcune modifiche allo stile di comunicazione può essere necessario. Al contrario, una persona con bassa autostima potrebbe scoprire che altri partecipanti usano aggettivi positivi, indicando una percezione generalmente cordiale e positivo, che può aiutare a combattere i sentimenti di inutilità o di inadeguatezza. Il processo facilita anche la comunicazione tra i partecipanti, che possono essere prese nel mondo esterno per aiutarli a esprimersi nelle interazioni interpersonali.